LIONELLO BIO E IL VALORE DELLA RICERCA

LA FORMULA BREVETTATA DEI COLLUTORI LIONELLOBIO HA UN’EFFICACIA CLINICAMENTE CONFERMATA

 

Il team di sviluppo della linea Lionellobio guidato dal Dott. Lionello Grossi ha ideato i collutori Daily e Quiet con lo scopo di creare prodotti realmente efficaci nella prevenzione e nel trattamento dei principali disturbi del cavo orale come placca, gengivite e parodontite.

La dimostrazione scientifica degli effetti dell’utilizzo dei collutori Lionellobio ci è stata fornita dall’Unità di Patologia Orale diretta dal Professor Silvio Abati, della Facoltà di Odontoiatria dell’Università Vita e Salute San Raffaele di Milano, IRCCS Istituto Scientifico.

Il team di ricerca ha condotto uno studio scientifico approfondito testando i collutori Lionellobio su pazienti reali del dipartimento di Patologia Orale affetti da malattie di diverso tipo e gravità, dall’aftosi ricorrente fino al pemfigoide benigno delle mucose.

Presentiamo in questa pagina un estratto fotografico di alcuni dei risultati clinici ottenuti grazie all’utilizzo dei Collutori Lionellobio DAILY & QUIET su pazienti tra i 30 e i 80 anni, affetti da patologie immunitarie o infiammatorie anche gravi del cavo orale, in cura presso il dipartimento di Patologia Orale dell’ Università Vita e Salute San Raffaele di Milano.

Le seguenti immagini sono foto cliniche, pertanto alcune di esse potrebbero urtare la vostra sensibilità.

Ricordiamo che è sempre consigliato consultare il medico o l’odontoiatra in caso di patologie del cavo orale.

SCARICA L’ABSTRACT DELLA RICERCA

AFTOSI RICORRENTE

L’aftosi ricorrente è una patologia infiammatoria, caratterizzata da ulcerazioni ricorrenti della mucosa orale. È una delle più frequenti patologie che colpiscono la cavità orale e interessa circa il 15 % della popolazione. Le afte più aggressive e profonde (ulcere major)guariscono in 3 mesi lasciando come esito cicatrici.
TERAPIA CONVENZIONALE E PROGNOSI: utilizzo di steroidi ed anestetici. Le placche guariscono in circa 20 giorni. Non vi è guarigione definitiva poiché è una malattia recidivante.
TERAPIA CON LIONELLOBIO: 1 flacone di LIONELLOBIO DAILY per 15 giorni di terapia con 1 sciacquo al mattino e 1 alla sera dopo la quotidiana igiene orale.
RISULTATI CON LIONELLOBIO: dopo soli 5 giorni ottimo miglioramento della sintomatologia, ulcere in fase di guarigione ed ottimi effetti lenitivi.

PEMFIGOIDE BENIGNO DELLE MUCOSE
AUTOIMMUNE

Il pemfigoide benigno delle mucose si presenta con erosioni alle mucose di gravità variabile, da piccole e asintomatiche ad estese, ulcerate ed estremamente dolorose. Le lesioni alla cavità orale sono spesso biancastre e soggette a sanguinamento spontaneo o in seguito a traumi lievi. Si tratta di una patologia cronico-recidivante.
TERAPIA CONVENZIONALE E PROGNOSI: utilizzo di cortisonici ed immunosoppressori. Vi è una rara remissione spontanea e scarsa risposta ai trattamenti.
TERAPIA CON LIONELLOBIO: 1 flacone di LIONELLOBIO QUIET per 15 giorni di terapia con 1 sciacquo al mattino e 1 alla sera dopo la quotidiana igiene orale.
RISULTATI CON LIONELLOBIO: Deciso miglioramento della sintomatologia con ripresa della vascolarizzazione, le zone bianche di tessuto in fase necrotica sono sostituite da tessuto in via di rimarginazione di colore rosso o da tessuto rimarginato completamente di colore rosa, ottima lubrificazione del cavo orale ed ottimi effetti lenitivi.

GENGIVITE DESQUAMATIVA DA LICHEN PLANUS
INFIAMMATORIA

La gengivite desquamativa da lichen planus ha quadro clinico caratterizzato da eritema, erosione, bolle e desquamazione della gengiva libera e di quella aderente. Può manifestarsi in modi molto diversi, da forme asintomatiche con lievi modificazioni del normale stato delle gengive a quadri clinici imponenti, con bolle ed erosioni gengivali diffuse e grave limitazione funzionale.

TERAPIA CONVENZIONALE E PROGNOSI: utilizzo di cortisonici. Se causata da uso di farmaci è necessario sospenderli. In taluni casi è impossibile interrompere tali terapie farmacologiche ed il paziente è costretto ad utilizzare cortisonici.
TERAPIA CON LIONELLOBIO: 1 flacone di LIONELLOBIO QUIET per 15 giorni di terapia con 1 sciacquo al mattino e 1 alla sera dopo la quotidiana igiene orale.
RISULTATI CON LIONELLOBIO: Ottimo miglioramento della sintomatologia, ottimo controllo della formazione di placca ed ottima lubrificazione del cavo orale.

GLOSSITE MIGRANTE
INFIAMMATORIA

La glossite migrante è una malattia infiammatoria benigna a carattere cronico o recidivante del dorso della lingua. Le papille si perdono e ricrescono continuamente, la zona più colpita sono i margini laterali della lingua e l’apice.
Conosciuta anche come «lingua a carta geografica» a causa della particolare forma che acquista la lingua grazie alla varie macchie rosse circondate da un bordo bianco.
TERAPIA CONVENZIONALE E PROGNOSI: utilizzo di cortisonici e anestetici locali. Dopo la terapia si ha una remissione in 2 mesi.
TERAPIA CON LIONELLOBIO: 1 flacone di LIONELLOBIO QUIET per 15 giorni di terapia con 1 sciacquo al mattino e 1 alla sera dopo la quotidiana igiene orale.
RISULTATI CON LIONELLOBIO: Deciso miglioramento dell’aspetto clinico e della sintomatologia ed ottima lubrificazione del cavo orale.

XEROSTOMIA E GLOSSITE MIGRANTE

La xerostomia o bocca secca è data dalla mancanza di saliva, che causa difficoltà a parlare e mangiare. Comporta alitosi, aumento di carie e rende la mucosa del tessuto parodontale e della bocca più vulnerabile alle infezioni.
La glossite migrante è una malattia infiammatoria benigna a carattere cronico o recidivante del dorso della lingua. Le papille si perdono e ricrescono continuamente, la zona più colpita sono i margini laterali della lingua e l’apice.
TERAPIA CONVENZIONALE E PROGNOSI: utilizzo di cortisonici, anestetici locali, saliva artificiale ed antagonisti colinergici. Dopo la terapia si ha una remissione in 2 mesi.
TERAPIA CON LIONELLOBIO: 1 flacone di LIONELLOBIO QUIET per 15 giorni di terapia con 1 sciacquo al mattino e 1 alla sera dopo la quotidiana igiene orale.
RISULTATI CON LIONELLOBIO: Glossite Migrante guarita ed ottimo miglioramento della sintomatologia della Xerostomia

XEROSTOMIA E CANDIDOSI

La xerostomia o bocca secca è data dalla mancanza di saliva, che causa difficoltà a parlare e mangiare. Comporta alitosi, aumento di carie e rende la mucosa del tessuto parodontale e della bocca più vulnerabile alle infezioni.
La candidosi è una micosi a carico della mucosa orale. Soggettivamente vi è sensazione di bruciore e spesso difficoltà ad alimentarsi.
TERAPIA CONVENZIONALE E PROGNOSI: utilizzo di saliva artificiale ed antagonisti colinergici. Patologia cronica.
TERAPIA CON LIONELLOBIO: 1 flacone di LIONELLOBIO DAILY per 15 giorni di terapia con 1 sciacquo al mattino e 1 alla sera dopo la quotidiana igiene orale.
RISULTATI CON LIONELLOBIO: Ottimo miglioramento della sintomatologia, ottimo controllo della formazione di placca e netto miglioramento della pigmentazione e della patina linguale.

XEROSTOMIA DA SINDROME DI SJOGREN
INFIAMMATORIA AUTOIMMUNE

La xerostomia da sindrome di Sjogren è caratterizzata da disfunzione delle ghiandole esocrine per infiltrazione linfocitaria. Comporta la riduzione della secrezione di saliva. Pertanto, la mucosa della bocca risulta secca. Muta anche la consistenza del liquido salivare: esso diventa viscoso, denso e contiene meno lisozima. Oltre che con secchezza della bocca, la malattia si manifesta anche con difficoltà a masticare e deglutire, problemi digestivi, aumento di incidenza di carie e parodontite, lesioni orali.
TERAPIA CONVENZIONALE E PROGNOSI: utilizzo di cortisonici, sintomatici ed antagonisti colinergici. Patologia cronico-sistemica con competenza medica multidisciplinare.
TERAPIA CON LIONELLOBIO: 2 flaconi di LIONELLOBIO DAILY per 30 giorni di terapia con 1 sciacquo al mattino e 1 alla sera dopo la quotidiana igiene orale.
RISULTATI CON LIONELLOBIO: Ottimo miglioramento della sintomatologia, ottimo controllo della formazione di placca ed ottima lubrificazione del cavo orale.

STOMATITE DA PROTESI E CANDIDOSI
INFIAMMATORIA

La stomatite è un’infiammazione acuta e dolorosa della mucosa della bocca che coinvolge gengive, interno delle guance e delle labbra, palato e lingua. Si manifesta con un evidente ed esteso arrossamento della mucosa della bocca, piccole lesioni ulcerate e con la comparsa di dolorose afte, piccole vescicole che rompendosi danno luogo a piccole ulcerazioni bianco-grigiastre.
La candidosi orale è una micosi a carico della mucosa orale. Soggettivamente vi è sensazione di bruciore e spesso difficoltà ad alimentarsi.
TERAPIA CONVENZIONALE E PROGNOSI: utilizzo di antimicotici ed antinfiammatori. La guarigione avviene dopo mesi di terapia.
TERAPIA CON LIONELLOBIO: 1 flacone di LIONELLOBIO QUIET per 15 giorni di terapia con 1 sciacquo al mattino e 1 alla sera dopo la quotidiana igiene orale.
RISULTATI CON LIONELLOBIO: Ottimo miglioramento clinico e della sintomatologia, ottima lubrificazione del cavo orale ed ottimi effetti lenitivi.

LICHEN PLANUS ORALE
INFIAMMATORIA

Il Lichen planus orale è una malattia infiammatoria muco-cutanea, relativamente comune, a carattere cronico e ad eziologia sconosciuta. Il lichen viene definito, nella fase infiammatoria, come una condizione precancerosa.
È caratterizzata da chiazze di linee bianche nastriformi o di puntini bianchi che appaiono per lo più nell’interno delle guance. Può comportare la comparsa di dolorose ulcere e fastidio nel bere e mangiare.
TERAPIA CONVENZIONALE E PROGNOSI: utilizzo di cortisonici per anni. Se causata da uso di farmaci è necessario sospenderli. In taluni casi è impossibile interrompere tali terapie farmacologiche ed il paziente è costretto ad utilizzare cortisonici.
TERAPIA CON LIONELLOBIO: 2 flaconi di LIONELLOBIO QUIET per 30 giorni di terapia con 1 sciacquo al mattino e 1 alla sera dopo la quotidiana igiene orale.
RISULTATI CON LIONELLOBIO: Ottimo miglioramento della sintomatologia, scomparsa della lesione e ottimi effetti lenitivi e di lubrificazione.

GRAFT-VERSUS-HOST DISEASE
PATOLOGIA AUTOIMMUNE IN LEUCEMIA

La GRAFT VERSUS HOST DISEASE (GvHD) è una complicanza medica che segue il trapianto da una persona geneticamente diversa. Le cellule immunitarie (globuli bianchi) nel tessuto donato (l’innesto di midollo) riconoscono il ricevente come estraneo. Le cellule immunitarie trapiantate attaccano quindi le cellule del corpo dell’ospite.
TERAPIA CONVENZIONALE E PROGNOSI: utilizzo di steroidi ed anestetici. Le placche guariscono circa in 20 giorni ma non vi è guarigione definitiva dalla GvHD poiché è una malattia recidivante.
TERAPIA CON LIONELLOBIO: 1 flacone di LIONELLOBIO QUIET ed 1 flacone di LIONELLOBIO DAILY per 30 giorni di terapia con 1 sciacquo al mattino e 1 alla sera dopo la quotidiana igiene orale.
RISULTATI CON LIONELLOBIO: Ottimo miglioramento dell’aspetto clinico, delle lesioni e dei sintomi, ottimo controllo di placca in paziente con scarsa motivazione e ottima lubrificazione del cavo orale.